INDAGINE TEMI CALDI HR 2018 – THE WINNER IS …

Tra fine novembre e inizio dicembre 2017, noi di Nomesis abbiamo chiesto a più di 1.800 professionisti delle HR, operanti in Italia in aziende Pubbliche e Private, nei vari settori Produzione e Servizi, quali sarebbero stati a loro parere i TEMI CALDI in ambito HR per il 2018. La survey ha previsto tre aree di indagine: Human Resources, Organizzazione Aziendale e Formazione Manageriale. Di seguito il report e la sintesi dei risultati.

HUMAN RESOURCES

I macro temi in ambito HR, tra cui scegliere chi mettere sul podio per stabilire i temi caldi del 2018, erano i seguenti:

  • Welfare Aziendale
  • Smart Working
  • Employer Branding
  • Talent Management
  • Diversity Management
  • Staffetta Generazionale nei Ruoli Apicali
  • Motivazione ed Engagement
  • Valutazione delle Performance e Sistemi Incentivanti e Premianti
  • Cultura Manageriale

Grafico HRSul podio al primo posto, probabilmente in sintonia con quanto messo in cantiere dal Jobs Act e successivamente ripreso, ad esempio dal Nuovo CCNL Metalmeccanici Industria 2016-2019 che ha previsto la possibilità di utilizzare il premio di risultato per offrire servizi di Welfare ai lavoratori (in particolare il premio viene detassato se erogato attraverso l’offerta di servizi di Welfare), con il 23,63% delle preferenze si posiziona il Welfare Aziendale. Prioritaria quindi la necessità di offrire ai lavoratori servizi e flexible benefits con l’obiettivo di migliorare il benessere psicofisico, la capacità di conciliazione dei tempi e il tenore di vita, per supportare coloro che vedranno negli ultimi anni allontanarsi progressivamente la data del pensionamento (vedi anche l’approccio Nomesis all’Active Ageing – Generational Diversity at Work – I Valori che Uniscono ). Nomesis da anni propone un approccio di Smart Welfare per guidare l’azienda nel capire come riuscire a mettere “intelligenza” nelle azioni di Welfare Aziendale e sviluppare giochi a somma positiva per lavoratori e imprenditori. Il Welfare aziendale diventa quindi a pieno titolo una leva di gestione delle risorse umane e, così come lo intende Nomesis, viene collegato a tutte quelle azioni e attività rivolte ai collaboratori che hanno come obiettivo l’incremento dei risultati dell’impresa passando attraverso il miglioramento del clima interno, del benessere organizzativo, del singolo lavoratore.

Al secondo posto, a conferma del fatto che motivare le persone e creare spirito di appartenza in azienda sia un ever green, si attesta Motivazione ed Engagement con il 17,46%. Motivare da un lato, aumentando la produttività e riducendo l’assenteismo; fare Engagement dall’altro lato, per cercare di fidelizzare all’azienda le migliori risorse attualmente in organico anche attraverso iniziative di Employer Branding. Il Modello Nomesis T.A.R. TALENT ATTRACTION & RETENTION risponde proprio all’esigenza di fidelizzare i migliori talenti e di creare il giusto livello di Engagement tra lavoratore ed impresa.

Al terzo posto con il 16,43% dei voti si piazza lo Smart Working. Ipotiziamo che una scelta di questa tipo sia stata ispirata più dai possibili vantaggi conseguibili che scoraggiata dalle minacce celate nella sua implementazione reale. Bisogna infatti tenere presente che lo Smart Working non è per tutte le persone, non è per tutti i ruoli e non tutte le aziende sono pronte allo stato attuale a questo cambiamento e quindi a raccoglierne i vantaggi e benefici collegati. Azienda e persone vanno preparate e accompagnate in questo cambiamento; vanno valutate con attenzione le modalità di implementazione e le azioni di preparazione al cambiamento se non si vogliono ottenere risultati controproducenti o la generazione di nuovi problemi da gestire. Nomesis ha maturato significativa esperienza in ambito organizzativo e sul tema dello Smart Working ed è in grado di accompagnare l’azienda con successo in tutte le fasi per l’implementazione dello Smart Working. 

Ultimissimo, in fondo alla classifica con solamente l‘1,71% delle scelte, si è posizionato il Diversity Management. Nella nostra società odierna, sempre più multietnica e in cui persone capaci ma di genere femminile faticano ancora nell’arrivare ai vertici delle gerarchie aziendali, il Diversity Management forse avrebbe meritato un po’ più di considerazione. Se non sarà il 2018 il suo anno, probabilmente lo sarà il 2019.

ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

In ambito organizzativo si è potuto scegliere tra i seguenti temi per decretare la top 3 per il 2018:

  • Organizzazione del lavoro flessibile
  • Mappatura delle conoscenze e delle competenze
  • Ottimizzazione dei processi organizzativi
  • Miglioramento del Clima Organizzativo e della Cultura Organizzativa
  • Lean Organization
  • Miglioramento organizzativo con la logica del Cliente interno

Grafico OrgaAl primo posto con il 25,91% dei voti si posiziona Ottimizzazione dei processi organizzativi: ottimizzazione come revisione dei processi organizzativi per trovare il giusto mix tra efficacia ed efficenza, con l’0biettivo di massimizzare le vendite o minimizzare i costi. Nomesis per raggiungere questi obiettivi propone Think Lean_Revisione dei processi con approccio Lean Organization con cui è possibile ristrutturare i processi, più o meno complessi, ottimizzandoli in termini di effivacia e di efficienza.

Al secondo posto, con netto distacco, troviamo Miglioramento del Clima Organizzativo e della Cultura Organizzativa con il 18,97% delle preferenze seguito a ruota, al terzo posto con distacco minimo, dall’Organizzazione Flessibile del Lavoro con il 17,88%. Per quanto concerne il Clima Organizzativo, Nomesis propone C.L.I.Ma. – Chiavi Lettura Internal Marketing per aziende Engaged percorso di ricerca di marketing interno e di consulenza che permette di:

  1. identificare i punti di forza interni all’organizzazione e gli ambiti critici che incidono negativamente sulla stessa;
  2. selezionare i fattori interni del clima organizzativo su cui puntare in quanto sono maggiormente correlati alla soddisfazione e all’ engagement delle persone;
  3. attivare progetti di miglioramento interni capaci di risolvere i problemi con un approccio costruttivo e partecipativo.

Una buona Organizzazione Flessibile del Lavoro è riconducibile alla conciliazione dei tempi dei lavoratori, il cosidetto Work-Life Balance. Nomesis per la conciliazione dei tempi propone un approccio che permette, dopo una attenta analisi dell’azienda dal punto di vista culturale e organizzativo, di predisporre iniziative per ottenere il giusto equilibrio dei tempi per i lavoratori sulla base di un vero e proprio PATTO DI WORK-LIFE BALANCE che funzioni in un ottica “win-win”.

FORMAZIONE MANAGERIALE

Per quanto concerne la Formazione Manageriale e lo Sviluppo delle Risorse Umane, sono stati menzionati i seguenti temi tra cui selezionare quelli più caldi per il prossimo anno. I candidati:

  • Time management
  • Leadership
  • Team Building
  • Change Management
  • Project Management
  • Business Coaching /Mentoring /Self Empowerment
  • Vision e Mission
  • Innovazione e R&D
  • Empowerment Forza Vendita
  • Empowerment Competenze Manageriali

Grafico Formazione

Al primissimo posto con un distacco netto sugli “inseguitori”, con il 23,48% dei voti il Change Management. Nomesis ha sviluppato e implementato con successo, in vari contesti aziendali, un approccio lean in 7 step (vedi CHANGE MANAGEMENT: approccio Lean in 7 step) per supportare il management a gestire con successo il cambiamento.

Al secondo posto un ex aequo: con l’11,7% circa delle preferenze Leadership e Business Coaching / Mentoring /Self Empowerment. Sulla Leadership Nomesis propone il modello di SMART LEADERSHIP che è la leadership collettiva che produce e gestisce la conoscenza, l’innovazione e il cambiamento organizzativo. Per il Business Coaching Nomesis propone un percorso di consulenza individuale per incrementare le performance del management con l’obiettivo di prepararli ad essere proattivi e propositivi ed incrementare le competenze e la conoscenza di strumenti utili ad una gestione ottimale del ruolo.

Al terzo posto con il 9,25 % delle preferenze si posiziona Empowerment Competenze Manageriali: per avere una panoramica sui Format, le Metodologie e le tecniche formative visitare il link FORMAZIONE MANAGERIALE – Format, Metodologie e Tecniche Formative.

In considerazione del minimo distacco rispetto al terzo, segnaliamo un ex aequo in quarta posizione: Time Management e Team Building hanno individualmente preso poco più dell’8,5% delle preferenze. Per entrambi medaglia di legno. Il Tempo è una risorsa e come tale è per definizione limitata: per imparare a gestire al meglio il tempo Nomesis realizza un percorso formativo specifico sul Time Management in cui, attraverso l’analisi degli incident case in cui la scorretta gestione del tempo ha determinato stress, conflitto e demotivazione per utilizzarli nella formazione dei collaboratori si giunge all’acquisizione di competenze specifiche di gestione del tempo e all’individuazione dei main stream per migliorare la gestione del tempo. Sul Team Building Nomesis propone T.EX – Team EXperience 4 performing groups,  percorso in cui le persone che vi partecipano vivono l’esperienza di scambio, contatto e interazione necessaria a costruire relazioni durature. Sperimentare personalmente tali esperienze rende l’apprendimento “trasformativo” cambia i comportamenti e l’impatto emotivo lascia tracce che permangono nella memoria.

Di seguito la locandina con la sintesi dei podi per area.

risultati 2

 


2 Risposte a "INDAGINE TEMI CALDI HR 2018 - THE WINNER IS ..."

  • antonella zanzottera
    12 gennaio 2018 (13:14)
    Rispondi

    E’ un’ottima indagine che offre l’opportunità di comprendere quale sia l’attuale direzione dell’attuale mondo del lavoro e delle organizzazioni aziendali in tema di Risorse Umane. Analizzando i 3 argomenti di ciascun campo emersi nelle rispettive prime posizioni si nota come lo scopo principale è quello del Welfare aziendale e dello Smart Working che portino motivazione ed engament. A ciò si può arrivare solo ottimizzando i processi e creando una buona cultura aziendale, obiettivi a loro volta possibili attraverso una buona formazione del Management e della Leadership.


Hai un commento da fare?

E' possibile utilizzare codici HTML